Navigation

Giacomo Puccini, 'Madama Butterfly'

Le nozze tra Pinkerton e Butterfly (Cho Cho-San); sulla destra, il sensale Goro RSI-SWI

Opera: Madama Butterfly. Di: Giacomo Puccini. Su libretto di: Luigi Illica e Giuseppe Giacosa. Prima rappresentazione: Teatro alla Scala di Milano, 17 febbraio 1904. Sinossi animata di Gionata Zanetta.

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 agosto 2018 - 16:03
tvsvizzera.it/ri con RSI (Rete Due)

Una "tragedia giapponese": così è scritto sul libretto e così era titolato il dramma portato in teatro da David Belasco nel 1900, dopo aver visto il quale Giacomo Puccini scelse il soggetto. Basata su un racconto dello scrittore statunitense John Luther Long, 'Madama Butterfly' è ambientata a Nagasaki all'inizio del XX secolo.

Butterfly è una geisha quindicenne, che accetta di sposare -per amore, e rinnegano il credo dei suoi avi senza informarne la famiglia- un ufficiale della marina degli Stati Uniti di nome Pinkerton. Questi cerca in realtà soltanto un amore carnale; sa fin dall'inizio che un giorno sposerà una "vera moglie" americana. E abbandona Butterfly.

Nei tre anni che seguono, Cho Cho-san (questo il nome giapponese della ragazza) cresce il bambino nato da quelle nozze, convinta del ritorno dell'amato. Il quale infine tornerà, ma in compagnia di una giovane consorte d'oltreoceano. Butterfly decide di lasciare loro il bambino e si pugnala.

Contenuto esterno


La sinossi animata è stata realizzata nel 2016, in occasione della Prima della Scala (7 dicembre). La Rete DueLink esterno, rete culturale della Radio svizzera, sottolineò l'evento con una trasmissione speciale da Milano che prese il via nel primo pomeriggio e terminò con la diffusione della Madama Butterfly diretta da Riccardo Chailly.

Il 'bignami' di quest'opera -pubblicato come 'teaser' sulla pagina FacebookLink esterno- diede il via a una vera e propria serie, dalla quale vi proporremo 'Andrea Chénier' (Giordano), 'Così fan tutte' (Mozart) e 'Il barbiere di Siviglia' (Rossini).

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.