Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Icone del cinema Alberto Sordi, la terza età, e i quasi 200 film

Alberto Sordi passeggia per le strade di Bellinzona con un ragazzino di 10 anni, che lo sta intervistando.

Alberto Sordi e il suo giovane intervistatore, Giuliano Ranzi, a Bellinzona nel 1995.

(RSI-SWI)

Come reagirebbe Alberto Sordi, se sapesse che chi lo sta intervistando ha visto soltanto 2, dei suoi quasi 200 film?

Gennaio 1995. Sordi è a Bellinzona per presentare il suo film 'Nestore, l'ultima corsa' nell'ambito del Film Festival Ragazzi (chiamato oggi Castellinaria, Festival internazionale del cinema giovane).

Giuliano, 10 anni, e il suo amico Mariano si calano nel ruolo di giornalista e operatore e accompagnano l'attore e regista per un tratto di strada realizzando, con poche e semplici domande, una vera e propria intervista ritratto.

'Albertone' parla della sua lunga carriera (in quel momento: 187 film) e di come abbia sempre interpretato la parte di un italiano, contribuendo spesso -da autore- a sviluppare i personaggi.

(1)

Intervista d'archivio della Televisione svizzera ad Alberto Sordi, che presenta 'Nestore, l'ultima corsa'

Inevitabile qualche parola sulla vecchiaia, tema di 'Nestore', film che Alberto Sordi dirige mentre egli stesso entra nella terza età.

Con un consiglio ai giovani: frequentare i vecchi, perché possono raccontare quella vita vissuta che nei libri di scuola non si trova.

La camminata e la chiacchierata si concludono al mercato nel centro di Bellinzona, dove Sordi raccoglie i saluti e gli abbracci degli ammiratori.

L'intervista è stata trasmessa dalla Televisione svizzera il 12 gennaio 1995, nel magazine culturale 'Alice'.

tvsvizzera.it/ri con RSI (Teche)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box