Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Aldo Sofia

(tvsvizzera)

Aldo Sofia ha debuttato, ancora studente, nella stampa scritta cantonale. Assunto dal Giornale del Popolo nel 1968, due anni dopo gli venne fra l'altro chiesto di occuparsi del commento quotidiano sulla politica internazionale. Free-lance dal 1972, avviò la sua collaborazione con la redazione esteri della Radio Svizzera Internazionale, assumendone la responsabilità dopo l'assunzione.

Trasferito alla TSI (Televisione svizzera Italiana) dieci anni dopo, gli fu assegnata la conduzione del settimanale "Centro". In seguito, produttore e conduttore dei magazine di FAX e "Tesi Temi Testimonianze", e poi, per la prima volta, capo redattore del Telegiornale. Spesso inviato in zone di guerra, e in particolare in Vicino Oriente, ha collaborato anche con giornali italiani, fra l'altro "La Repubblica" e "Panorama"; e ha realizzato anche dei documentari.

Nel 2.000 torna ai programmi di approfondimento, come inventore e presentatore dell'esperienza professionale più innovativa , quella del settimanale d'inchiesta "Falò", ancora oggi proposto dal palinsesto della RSI. Presidente dell'Associazione ticinese dei Giornalisti, e collaboratore di diversi quotidiani ticinesi (Giornale del Popolo, Quotidiano, La Regione), nel 2004 sceglie l'esperienza del corrispondente, prima a Parigi e Bruxelles, poi a Roma. Nel 2011, la Direzione della RSIO lo richiama in sede a Comano per affidargli la responsabilità del settore Attualità bimediale radio-televisiva, che comprende Telegiornali, Radiogiornali e Modem.

×