Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

50 anni di contestazione Cosa rimane del '68 tra buone e cattive eredità

Vecchia immagine in bianco e nero di un uomo con un megafono sulle spalle di un altro manifestante; folla attorno
(RSI-SWI)

Cosa resta, del '68? Intervista allo storico Paolo Pombeni, dell'Università di Bologna, che alla domanda ha risposto con un intero libro.

Il rapporto tra le generazioni e tra i sessi, come il ruolo della scuola o della Chiesa, erano già stati messi in discussione. La contestazione del 1968 amplificò tutto, generando un'epoca di grandi cambiamenti.

Un periodo che, però, ha lasciato un'eredità complessa, come la lotta all'autoritarismo travisata in lotta a ogni forma di autorità, o lo slogan "tutto e subito" che ha travolto il senso della pazienza storica.

"Questa è una delle peggiori eredità del '68", dice al Tg della Radiotelevisione svizzeraLink esterno Paolo Pombeni. Il quale non manca di notare come i contestatori di una volta, diventati classe dirigente, abbiano smesso di invocare il ricambio generazionale.

(1)

Intervista allo storico Paolo Pombeni, autore del libro 'Cosa resta del '68'

tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 04.05.2018)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box