Navigation

#TGTS, #soloinSvizzera

tvsvizzera

di Roberto Cattaneo

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 marzo 2014 - 17:58

#tgts. Non dimenticherò mai l'hashtag che ci ha accompagnato nell'avventura dello scambio dei telegiornali RSI e SRF. E non dimenticherò l'emozione di questa avventura nata da un incontro con il responsabile del telegiornale di SRF Urs Leuthard. Aveva già l'esperienza dello scambio fatto tra Zurigo e Ginevra e mi ha proposto di fare lo stesso. Ci siamo incontrati, abbiamo definito le modalità: Alessia Caldelari in studio a Zurigo. Maureen Bailo a Comano. E poi i capi edizione e i giornalisti. I servizi da produrre in piena autonomia. In fondo il senso era quello: portare il nostro TG nelle case degli svizzeri tedeschi. Con il nostro sguardo. Le nostre sensibilità. E loro da noi. A fare altrettanto. L'ingranaggio si è messo in moto. Non ci sono stati intoppi. Nelle rispettive redazioni ognuno aveva un "gemello" autoctono. Per correggere eventuali errori. Dare consigli. Risolvere i problemi tecnici. Entusiasmo, armonia e le qualità di ognuno hanno fatto sì che i due telegiornali fossero di altissimo livello. E intanto che li guardavo mi dicevo che solo in Svizzera può succedere una cosa simile. Davvero in tanti mi hanno scritto per complimentarsi e per ringraziare. Ringraziavano la SSR che non è un servizio pubblico solo sulla carta. Lo ha dimostrato anche e soprattutto con questa iniziativa. E gli interni dell'azienda hanno scritto che erano fieri di appartenere alla SSR. Insomma missione compiuta. E adesso si riparte. In autunno è previsto un altro scambio. Con Ginevra questa volta. E sarà, ne sono certo, un altro successo. Ci aspettano altre emozioni.

Roberto Cattaneo, responsabile del TG RSI

Follow @ro62Link esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.