Navigation

Il futuro nascosto sotto una zanna di mammut

Un fotogramma del docu-film. RSI-SWI

È stato presentato martedì al Locarno Festival il documentario svizzero 'Genesis 2.0', che racconta come il rinvenimento di una carcassa di mammut in Siberia potrebbe rivoluzionare la tecnologia genetica. Il TG della RSI ha intervistato il regista Christian Frei.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 agosto 2018 - 21:00
tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 08.08.2018)

Oceano Artico, isole della Nuova Siberia. Dei cacciatori cercano zanne di mammut ma dal ghiaccio, che si scioglie a causa del riscaldamento climatico, emerge un'intera carcassa. Conserva, congelato, anche del sangue (di 4000 anni fa).

Un ritrovamento che potrebbe cambiare il futuro: far risorgere il mammut a pelo lungo è una delle prime manifestazioni della prossima grande rivoluzione tecnologica, la genetica.

Contenuto esterno

+ Il sito del Locarno FestivalLink esterno
+ La scheda del filmLink esterno su swissfilms.ch


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.