Navigation

Naturale uguale salutare?

I rimedi detti "naturali" sono sempre più diffusi ma hanno spesso controindicazioni tanto rischiose quante ne hanno le medicine "tradizionali". L'approfondimento della trasmissione "Patti Chiari". 

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 marzo 2019 - 12:00
Patti Chiari, RSI
Contenuto esterno


Curarsi con le erbe: un gesto salutare che a volte si trasforma in malattia, trapianti di organi o addirittura morte. Naturale non fa sempre rima con salutare: i consumatori spesso ignorano i rischi dei rimedi cosiddetti “naturali”: prodotti solidi e liquidi tutti rigorosamente a base di erbe. 

In realtà, sono farmaci a tutti gli effetti che contengono sostanze in grado di danneggiare la salute o interferire con l’azione dei normali medicinali. 

Si possono acquistare in Svizzera o farli arrivare per posta. Ma le etichette non mettono sempre in guardia dai pericoli. Un mercato fiorente ma sfuggente che spesso scappa ai controlli delle autorità e alla scrupolosità che ci si aspetterebbe da medici e farmacisti. Come fare per difendersi? Le risposte a Patti chiari.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.