Navigation

Rosaria Guerra

Rosaria Guerra tvsvizzera
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 maggio 2014 - 17:46

"Nata a Roma, dove vive e lavora, Rosaria Guerra mostra già in età precoce un certo senso dell'umorismo e un innato talento per la narrazione. Affina poi le sue qualità concentrandosi sugli studi letterari, storici e religiosi e sbarcando il lunario con attività manuali come il giornalismo.

Con la maturità, e grazie alle sue ricerche sulle tipologie umane, capisce di appartenere ad una stirpe geniale e stranamente fiera dei propri limiti, l'homo italicus.

Ma è la frequentazione con gli svizzeri, così vicini eppure così diversi, a stimolare la sua curiosità antropologica e la sua vena di scrittrice.

Ha, infatti, appena due anni quando compie il suo primo viaggio Oltralpe e tra lei e i cugini elvetici è amore a prima vista. Per questo, quando Jacofo Fo le propone di scrivere insieme un saggio dal titolo provocatorio "Perché gli svizzeri sono più intelligenti", Rosaria lo prende come un segno del destino.

Da allora, il suo cuore è sempre più dilaniato, a metà tra l'amore viscerale per l'Italia e la passione smodata per la terra elvetica.

Le hanno consigliato di curarsi scrivendo questa rubrica in cui tenta di tracciare, armata di penna e matita, il ritratto allo specchio dei due popoli amati, con i loro piccoli vizi, le grandi virtù e le divertenti manie.

Convinta dell'inutilità della propria opera, Rosaria ha comunque deciso di provare, in memoria della sua fata madrina, naturalizzata svizzera.

Ma ci sentiamo qui in dovere di avvisare i lettori che i suoi editoriali possono causare effetti collaterali, quali ilarità incontrollata e, persino, induzione alla riflessione."

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.