Navigation

Roma, Raggi dice no alle Olimpiadi

La sindaca della capitale ufficializza la rinuncia alla candidatura: "Ci viene chiesto di assumere altri debiti, noi non ce la sentiamo"

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 settembre 2016 - 21:01

"È da irresponsabili dire sì a questa candidatura". Lo ha detto mercoledì la sindaca di Roma Virginia Raggi durante la conferenza stampa, trasmessa in streaming anche sul blog di Beppe Grillo.

"Non abbiamo mai cambiato idea, abbiamo rafforzato la nostra posizione. Ci viene chiesto di assumere altri debiti, noi non ce la sentiamo", ha aggiunto.
"Stiamo ancora pagando i debiti per gli esprori di Roma 1960", ha detto ancora la Raggi. "Non abbiamo nulla contro le Olimpiadi e contro lo sport ma non vogliamo che lo sport venga usato come pretesto per una nuova colata di cemento in città. Diciamo No alle Olimpiadi del mattone".

"Vengono fatte tante promesse in occasione delle Olimpiadi. Ci ricordiamo bene come sono andati i Mondiali di Nuoto, ci siamo ritrovati con impianti abbandonati, inutilizzati che restano come scheletri e gusci vuoti", ha concluso.

ansa/joe.p.

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.