Navigation

Ricchi sempre più ricchi, la denuncia in vista del WEF

La ong Oxfam chiede ai potenti che interverranno a Davos provvedimenti per ridurre le crescenti diseguaglianze planetarie

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 gennaio 2016 - 21:31

In vista del vertice mondiale WEF di Davos la ong britannica Oxfam ha denunciato nel rapporto sulla ricchezza appena pubblicato un'impennata senza precedenti delle diseguaglianze a livello planetario. Nel 2015 infatti 62 individui (18 in meno rispetto all'anno precedente) possedevano beni equivalenti a quelli della metà della popolazione mondiale.

Ma a preoccupare maggiormente è l'inesorabile tendenza alla concentrazione della ricchezza nelle mani di sempre meno persone e all'impoverimento di strati crescenti della popolazione. Per questo motivo la Oxfam chiede ai partecipanti al Forum di Davos di promuovere politiche di riequilibrio e interventi per abolire i paradisi fiscali in cui si celano 8'000 miliardi di dollari, sottratti al fisco e ai governi nazionali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.