Navigation

Rapina di Ascona: tutti arrestati

Gli autori sono stati fermati in diversi paesi europei (Francia, Spagna, Lituania)

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 luglio 2014 - 21:15

Il ministero pubblico e la polizia cantonale hanno comunicato venerdì che tutti i componenti della banda implicata nella rapina della gioielleria Tettamanti di Ascona lo scorso 25 marzo sono in stato di arresto.

I malviventi, tutti cittadini lituani di età compresa tra i 20 e i 50 anni, sono stati fermati in diverse nazioni europee. Si tratta di 8 persone in totale: 4 autori materiali, 2 complici presenti all'esterno della gioielleria e altri 2 accusati di atti preparatori di rapina.

Tre di loro – di cui due già consegnati al Ticino – sono stati catturati in Francia, uno in Spagna – le procedure di estradizione sono in corso – e gli altri quattro – già a disposizione delle autorità svizzere – in Lituania, dove è stata recuperata una piccola parte della refurtiva.

Per questi ultimi negli scorsi giorni inquirenti della polizia si sono recati nello Stato baltico per uno scambio d'informazioni e per raccogliere ulteriori elementi.

Non sono emersi per ora elementi che collegherebbero il gruppo con il colpo portato a segno lo scorso novembre alla gioielleria Charly Zenger, sempre ad Ascona, ma le indagini proseguono.

RedMM/mrj

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.