Raccontati e dipinti I borghi più belli della Svizzera in un libro

Quattro borghi dipinti ad acquarello; tavole tratte dal libro

Morcote, Meride, Ascona e Cabbio.

RSI-SWI

È stato presentato martedì a Losanna 'J'aime la Suisse et ses villages', un libro nel quali i borghi più belli sono tratteggiati, oltre che dal racconto di due storici, dai versi di un poeta e da 200 dipinti ad acquarello.

"I dettagli, l'architettura: molte sono le cose che ho apprezzato di questo lavoro", dice l'illustratore Daniel Lanoux. "I colori delle case e delle stagioni, così diversi fra loro, che valorizzano l’acquarello, una tecnica fatta per la luce".

Il volume -firmato dagli storici Christophe Vuilleumier e Francesco Cerea- comprende anche i 33 'Borghi più belli della Svizzera' censiti dall'omonima associazione, che è iscritta alla federazione internazionale dei borghi più belli della Terra.

Lo scrittore e regista Daniel Bernard vi ha contribuito con brevi componimenti poetici ('haiku').

Un libro che copre le quattro regioni linguistiche del Paese con qualche occhiata oltre confine. A rappresentare la 'quinta Svizzera', tra le altre, New Glarus nel Wisconsin (USA) e Villa Lugano, quartiere di Buenos Aires.

Parole chiave