La televisione svizzera per l’Italia

Zuffa tra un eletto e la polizia a Palazzo federale

Thomas Aeschi
Il deputato dell'UDC Thomas Aeschi si è rifiutato di rispettare le disposizioni dei poliziotti. Keystone / Peter Klaunzer

Il consigliere nazionale e presidente del gruppo parlamentare dell'Unione democratica di centro, Thomas Aeschi, si è azzuffato mercoledì mattina con agenti di polizia armati, di guardia a Palazzo federale.

La scena, immortalata in un video da una persona presente all’interno della sede, è stata pubblicata su diversi portali online.

La colluttazione è nata a causa di una postazione di blocco istituita dagli agenti a margine di un servizio fotografico previsto con il presidente del parlamento ucraino Ruslan Stefanchuk – presente mercoledì a Berna – e il Presidente del Consiglio nazionale Eric Nussbaumer. Aeschi si era rifiutato di rispettare le disposizioni dei poliziotti appostati sulle gradinate all’interno del Palazzo federale.

Contenuto esterno

Lo stesso deputato del Canton Zugo, protagonista dell’accaduto, ha puntualmente postato a sua volta il breve video – inizialmente pubblicato dal portale Nau.ch – sulla sua pagina X (ex Twitter) e commentato di persona la scaramuccia avuta con le forze dell’ordine. “Come potete vedere nel video, non mi sono lasciato fermare. Il punto è che durante la sessione i lavori parlamentari hanno la precedenza sulle visite di Stati esteri”.

Contenuto esterno

Le immagini mostrano anche un’altra persona che viene spinta via dalle forze dell’ordine. Secondo il portale del quotidiano Tages-Anzeiger, si tratterebbe del consigliere nazionale Michael Graber, compagno di partito di Aeschi.

“Tutti i Stati si devono schierare dalla parte di Kiev”

In seguito alla visita, Stefanchuk ha giustificato davanti ai media l’assenza di un invito della Russia alla Conferenza sulla pace in Ucraina. “Kiev ha cercato senza successo per decenni di negoziare direttamente con Mosca”, ha detto. “Negli ultimi tre anni – ha aggiunto – l’Ucraina ha perso molte regioni e ha dovuto fare i conti con spostamenti forzati di popolazione. Ora dobbiamo condurre i negoziati di pace in un nuovo formato”.

L’obiettivo della conferenza, che si tiene il prossimo fine settimana sul Bürgenstock, è che tutti gli Stati partecipanti riconoscano chi è la vittima e chi l’aggressore. “Vogliamo che tutti si schierino con l’Ucraina e dicano un ‘sì’ deciso a una pace sostenibile e giusta. La Russia potrà essere coinvolta in un processo di pace quando tutti gli Stati avranno una posizione irremovibile su questo punto”, ha proseguito il presidente della Verchovna Rada ucraina.

“Un cessate il fuoco ritarderebbe solo la pace, a scapito delle generazioni future”, ha aggiunto. “L’Ucraina non ha bisogno di una pace al prezzo della perdita della sua integrità territoriale e sovranità. Una guerra fredda resta una guerra”.

Attualità

presa elettrica

Altri sviluppi

Prodotti elettrici: quasi un quarto è difettoso

Questo contenuto è stato pubblicato al Il 23% degli articoli elettrici controllati nel 2023 dall'Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI presentava difetti di maggiore o minore entità.

Di più Prodotti elettrici: quasi un quarto è difettoso
L'auto è da rottamare.

Altri sviluppi

Intrappolato nell’auto, un bimbo si salva per miracolo nel canton Argovia

Questo contenuto è stato pubblicato al Domenica mattina nel territorio di Urnäsch (canton Argovia), un bimbo di 3 anni è rimasto intrappolato nell'automobile dei genitori finita in una scarpata per una sessantina di metri. A parte qualche taglio, il bambino è rimasto praticamente illeso.

Di più Intrappolato nell’auto, un bimbo si salva per miracolo nel canton Argovia
quadri

Altri sviluppi

Sindaca di Zurigo: “Avremmo dovuto reagire prima” sulla collezione Bührle

Questo contenuto è stato pubblicato al La sindaca di Zurigo Corine Mauch critica con il senno di poi la mancanza di una visione critica sulle opere della collezione Bührle. "Avremmo dovuto reagire prima", afferma la politica del PS in un'intervista a CH Media.

Di più Sindaca di Zurigo: “Avremmo dovuto reagire prima” sulla collezione Bührle
Shannen Doherty

Altri sviluppi

Addio Brenda!

Questo contenuto è stato pubblicato al Shannen Doherty, star di Beverly Hills 90210, è morta all'età di 53 anni dopo una lunga battaglia contro il cancro. Lo annuncia il magazine People.

Di più Addio Brenda!

Altri sviluppi

Swatch, cifre in calo nel primo semestre

Questo contenuto è stato pubblicato al Primo semestre dell'anno molto difficile per Swatch. Dopo la buona performance del 2023, la domanda di orologi si è indebolita, soprattutto in Cina, e il crollo si è fatto sentire anche nel settore della produzione.

Di più Swatch, cifre in calo nel primo semestre
L'ex presidente è stato colpito di striscio a un orecchio.

Altri sviluppi

Attentato a Trump, le reazioni della politica svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al In seguito all'attentato a Donald Trump avvenuto nel corso di un comizio e nel quale l'ex presidente statunitense è stato leggermente ferito a un orecchio, la politica elvetica ha reagito. La presidente Viola Amherd si è detta "scioccata".

Di più Attentato a Trump, le reazioni della politica svizzera
trump dopo la sparatoria

Altri sviluppi

Pugno alzato, sangue sul volto: la foto di Donald Trump diventa iconica

Questo contenuto è stato pubblicato al Pugno alzato, rivolo di sangue sul volto, la bandiera degli Stati Uniti dietro di lui e il cielo azzurro della Pennsylvania sullo sfondo. E' già diventata iconica la fotografia condivisa su 'X' dal figlio dell'ex presidente americano, Donald Trump Jr.

Di più Pugno alzato, sangue sul volto: la foto di Donald Trump diventa iconica

Altri sviluppi

Albert Rösti si oppone all’evacuazione delle persone che vivono nelle valli

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Ministro dell'ambiente Albert Rösti è contrario al trasferimento delle persone che vivono nelle valli alpine a causa del maltempo. "Ciò equivarrebbe a privarli del loro ambiente abituale senza sapere quando e dove si verificherà la prossima catastrofe", afferma.

Di più Albert Rösti si oppone all’evacuazione delle persone che vivono nelle valli

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR