Navigation

Svizzera e Cina firmano un memorandum d'intesa

Il presidente della Confederazione Ueli Mauer è stato ricevuto lunedì a Pechino dal suo omologo cinese Xi Jinping. I due paesi hanno sottoscritto un memorandum d'intesa sulla Via della seta.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 aprile 2019 - 13:51
tvsvizzera.it/mar/ats con RSI (TG del 29.4.2019)
Picchetto d'onore per Ueli Maurer ricevuto lunedì da Xi Jinping. Keystone / Madoka Ikegami

Durante il loro incontro, Ueli Maurer e Xi Jinping hanno discusso di relazioni economiche e finanziarie e in particolare dell'iniziativa cinese Belt and Road, ovvero la nuova Via della Seta.

In un comunicatoLink esterno, il Dipartimento federale delle finanze, di cui è a capo Maurer, ricorda che Svizzera e Cina "intrattengono in una trentina di settori dialoghi bilaterali su temi specifici, che vanno dai diritti umani alla ricerca scientifica e a questioni finanziarie e fiscali". Considerando la frequenza delle visite e la varietà dei temi trattati, Maurer ha parlato di "un record nella storia", precisa la nota.

Contenuto esterno


I colloqui hanno anche trattato i lavori di estensione dell'accordo di libero scambio, la progressiva apertura della Cina nel settore finanziario e le condizioni quadro bilaterali per la collaborazione in questo settore nonché la governance multilaterale. La delegazione svizzera si è detta a favore della risoluzione dei conflitti nel settore del commercio multilaterale.

In vista dei Giochi olimpici e paralimpici invernali del 2022, che si svolgeranno a Pechino, le due parti hanno discusso la collaborazione nell'ambito degli sport invernali, fondandosi sulla dichiarazione d'intenti con il Ministero del commercio cinese.

Al presidente Xi è stato offerto un paio di sci di fabbricazione svizzera quale dono di stato ufficiale. Inoltre, la campionessa olimpica e del mondo svizzera Wendy Holdener è stata invitata al banchetto ufficiale di lunedì a mezzogiorno.

Memorandum d'intesa

Le due parti hanno firmato un memorandum d'intesa incentrato sulla finanza e sull'economia nel contesto dell'iniziativa Belt and Road (BRI). Esso ha l'obiettivo di sviluppare la cooperazione dei due Stati in materia di commercio, investimenti e finanziamento di progetti in Paesi terzi situati lungo le vie della BRI.

La cooperazione si articolerà secondo cinque principi fondamentali: capitale privato per progetti privati, gestione sostenibile del debito, considerazione dell'impatto sociale, criteri di protezione ambientale e trasparenza. Il memorandum d'intesa comprende dunque un catalogo di principi conformi alle norme internazionali e alla legislazione dei Paesi interessati e in sintonia con gli obiettivi dell'Organizzazione delle Nazioni Unite in materia di sviluppo sostenibile.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.