Navigation

Vaste opposizioni al governo allargato a nove

La proposta di ampliamento del Consiglio federale passa in commissione agli Stati per un solo voto di scarto. Solo 5 i cantoni favorevoli

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 febbraio 2016 - 20:25

Il percorso si preannuncia travagliato, per la proposta volta a portare da 7 a 9 il numero dei consiglieri federali. Il progetto elaborato dalla competente commissione del Nazionale è stato infatti approvato, ma con un solo voto di scarto: 11 voti contro 10 e 3 astensioni.

Da rilevare, inoltre, la mancanza di consensi registrata anche durante la procedura di consultazione, con ben 30 prese di posizione su 45 che sono sfociate in un parere negativo. Peraltro, solo cinque cantoni (Ticino, Vaud, Lucerna, Friburgo e Giura) hanno espresso un'opinione favorevole alla riforma.

Il progetto di modifica costituzionale prevede anche un'equa rappresentanza, in Consiglio federale, delle varie regioni e componenti linguistiche della Svizzera. L'esame da parte delle Camere federali è previsto per il mese di giugno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.