Navigation

Valanga uccide due italiani nella regione del Sempione

Un terzo sci-escursionista è rimasto ferito

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 gennaio 2016 - 21:08

Una valanga staccatasi verso le 11.30 nella regione del Sempione, non lontano dal confine con l'Italia, ha travolto tre giovani ossolani, due dei quali hanno perso la vita. I tre sci-escursionisti, partiti in mattinata da Villadossola, erano giunti ai piedi del Mäderlücke, a un'altitudine di circa 2'500 metri, quando sono stati investiti da una massa di neve larga 300 metri e lunga 200 in località Bodme.

La colonna di soccorso del Sempione, avvertita da testimoni che avevano assistito alla scena, ha raggiunto in breve tempo la zona dell'incidente dove un gruppo di escursionisti aveva già individuato e recuperato i corpi delle vittime. Due delle quali, un 20enne e un 24enne, sono decedute per le ferite riportate.

Proprio ieri la polizia cantonale aveva diramato un comunicato d'allerta per il pericolo di valanghe, da marcato (3) a forte (4) a seconda delle zone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.