Navigation

Pasqua in Ticino, pienone negli alberghi

Sedersi e ordinare qualcosa sulla terrazza di un albergo ristorante. Possibile, ma solo per chi vi soggiorna. Keystone / Alessandro Crinari

La Pasqua semideserta del 2020 non si è riprodotta quest'anno per gli alberghi ticinesi, con tassi d'occupazione elevati, nonostante la pandemia sia lungi dall'essere finita.

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2021 - 20:50

La voglia di vacanza è tanta in Svizzera e il suo "salotto soleggiato", il Ticino, sembra essersi rivelato ancora una volta una delle mete favorite dei turisti. Questo nonostante negli ultimi giorni il numero di contagi da coronavirus registrati nel cantone italofono siano in rialzo.

Gli alberghi registrano un'occupazione media del 90% per soggiorni più lunghi del solito. Si tratta soprattutto di turisti provenienti dal resto del Paese, in particolare la Svizzera tedesca, ma non mancano i visitatori dalla regione francofona, che di norma frequentano meno il Ticino dei  compatrioti germanofoni.

Una situazione, insomma,  che potrebbe ricordare quella precedente alla pandemia non fosse per le restrizioni, rese più severe in vista della forte affluenza turistica. Nei luoghi più affollati e visitati, come il lungolago di Ascona, vige l'obbligo di mascherina. I ristoranti degli alberghi sono in funzione, ma solo per chi soggiorna nella struttura.

Una situazione che crea qualche malumore tra i passanti a cui non dispiacerebbe ordinare qualcosa dal menù per poterlo consumare sul posto.  

I dettagli nel servizio della trasmissione il Quotidiano:

Contenuto esterno


tvsvizzera.it/Zz con RSI (Quotidiano del 03.04.2021)

Contenuto esterno



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.