Navigation

Una nuova colonia di stambecchi nel canton Berna

Uno dei due stambecchi liberati sullo Stockhorn. © Keystone / Peter Schneider

Due giovani stambecchi sono stati liberati sullo Stockhorn, nel canton Berna, non lontano da Thun. Sono i primi di circa 30 animali che formeranno una nuova colonia in una regione dove gli stambecchi sono scomparsi 200 anni fa.

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 maggio 2022 - 13:33
tvsvizzera.it/fra

I due piccoli provengono dalle colonie delle zone di Altesch-Lötschental. Lì sono stati catturati e portati in elicottero sullo Stockhorn. Si prevede che, grazie a questo progetto, tra 20 anni la zona sarà popolata da circa 120 stambecchi. Ma per la regione non è una novità. Sullo Stockhorn fino a 200 anni fa c'erano infatti ancora numerosi stambecchi. Ma una caccia tropo intensiva li ha lentamente sterminati.

Contenuto esterno

Stambecchi più forti grazie agli incroci con quelli francesi e italiani

Nella zona saranno introdotti nei prossimi anni anche stambecchi francesi e italiani, ampliando la base genetica della nuova colonia. Si tratta del primo progetto in Svizzera che presta esplicitamente attenzione a una genetica più ampia.

Questo permetterà agli animali di resistere meglio alle malattie o ai cambiamenti ambientali in futuro, racconta il leader del progetto Maik Rehnus: "A causa del cambiamento climatico, hai bisogno di animali che possano adattarsi all'habitat. E più ampia è la diversità genetica, migliore è la loro capacità di adattamento".

Contenuto esterno

L'associazione Amici dello Stockhorn, promotori dell'iniziativa, con l'introduzione degli stambecchi vogliono anche attirare nuovi escursionisti, sebbene lo Stockhorn sia già una zona popolare. L'arrivo eventuale di nuovi turisti, tuttavia, è un'arma a doppio taglio, spiega l'ispettore della caccia Niklaus Blatter: "Da un lato, la natura ha valore quando le persone la vivono. D'altra parte, se il disturbo è troppo grande, non fa bene agli stambecchi".

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?