Navigation

Una bimba vodese tra le vittime di Nizza

Dopo la ticinese Linda Casanova identificata anche la seconda svizzera morta nell'attentato perpetrato giovedì sera sulla Promenade des Anglais

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 luglio 2016 - 21:27

L'identità di uno dei due cittadini svizzeri uccisi giovedì a Nizza è stata resa nota domenica. Si tratta di una bambina di 6 anni di Yverdon-les-Bains, nel canton Vaud.

"Le autorità elvetiche collaborano con quelle francesi per identificare la madre, della quale non si hanno ancora notizie. Il padre e gli altri due figli sono in ospedale e in stato di choc", si legge in un comunicato del cantone citato da Le Matin. Il Dipartimento federale degli affari esteri dal canto suo ha fatto sapere che fra le persone segnalate come disperse, solo una non è stata ancora trovata.

La polizia vodese ha comunicato di essere a disposizione della famiglia toccata dalla perdita e ha inoltre aggiunto che il corpo insegnanti dell'istituto scolastico della giovane vittima saranno presto informati.

Anche Linda Casanova, 54enne di Agno, era fra le 84 persone che hanno perso la vita nell'attacco perpetrato sulla Promenade des Anglais il 14 luglio da Mohamed Lahouaiej-Bouhlel.

Intanto sul fronte delle indagini trapelano altri particolari sull'assassino, ripreso dalle telecamere a circuito chiuso prima della strage.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.