Navigation

Un piccolo credito meno aggressivo

in Svizzera si vuole vietare la pubblicità che promuove in modo troppo sfacciato i prestiti bancari

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 settembre 2014 - 16:49

Il parlamento vuole vietare la pubblicità che promuove il piccolo credito in modo aggressivo. Dopo il consiglio nazionale, anche gli Stati hanno oggi approvato un ri-dimensionamento della legge sul credito al consumo, per combattere il fenomeno dell'indebitamento eccessivo, che inizia spesso in età giovanile. Ma a decidere quale pubblicità è ritenuta aggressiva sarà però lo stesso settore, che dovrà autoregolamentarsi. Un fatto che non piace a tutti. Da Berna il servizio del TG di Saul Toppi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.