La televisione svizzera per l’Italia

Un’assicurazione svizzera abolisce i titoli per i capi

persone in ufficio
L'obiettivo di AXA è di avere un'organizzazione del lavoro in cui tutti possono incontrarsi da pari a pari. © Keystone / Gaetan Bally

La filiale elvetica della compagnia assicurativa francese AXA ha eliminato dall'organigramma e dai biglietti da visita appellativi quali "direttore", "vicepresidente" e quant'altro. Il nuovo modello lavorativo prevede anche adattamenti nel sistema delle retribuzioni.

Dall’inizio del 2024 le strutture gerarchiche che per anni hanno dominato il mondo imprenditoriale non fanno ormai più parte della realtà di AXA Svizzera.

“Abbiamo iniziato già da tempo ad abolire i privilegi per i quadri”, spiega la responsabile delle risorse umane della società Daniela Fischer in dichiarazioni riportate oggi dal BlickCollegamento esterno. “Personalmente non sono mai stata una fan dei titoli o dei simboli di status”. Questo perché sostengono strutture gerarchiche obsolete e “non sono più in linea con la cultura a cui aspiriamo in AXA”.

L’obiettivo della compagnia assicurativa, filiale del colosso francese del settore, è un’organizzazione del lavoro in cui tutti si incontrano da pari a pari. E in cui tutti i dipendenti possono apportare il loro contributo nelle riunioni, indipendentemente dalla loro posizione.

“L’abolizione dei titoli si inserisce bene in un mondo dell’impiego in rapida evoluzione”, afferma Fischer. “E apre possibilità organizzative completamente nuove”. Ad esempio, la responsabilità viene distribuita su più persone. Non è che dal primo gennaio AXA sia gestita su base democratica, ma i singoli team e il personale hanno un potere decisionale molto maggiore rispetto al passato.

A tal fine il gruppo ha ridefinito 13 livelli di responsabilità e 450 profili professionali. Questi delineano i compiti, i requisiti e le aree di responsabilità più importanti. Un processo fluido, visto che i profili sono stati oggetto di critiche interne. “Dobbiamo ancora migliorare le definizioni”, ammette la responsabile delle risorse umane. “In alcuni profili professionali c’è ancora troppo del vecchio mondo”.

Un sistema meno emarginante

Le novità in questione vengono accolte favorevolmente da Heike Bruch, docente di leadership all’Università di San Gallo, citata dal Blick. “L’eliminazione di titoli e status symbol è un passo molto logico se un’azienda vuole lavorare in modo meno gerarchico e quindi più moderno”, osserva.

facciata di un edificio
In Svizzera AXA occupa circa 4’000 persone. © Keystone / Melanie Duchene

Il vantaggio del nuovo sistema è che è meno emarginante ed esclusivo, più integrante. “AXA è certamente un pioniere nel settore finanziario”, sottolinea la professoressa. Soprattutto in tempi di carenza di manodopera qualificata la compagnia si sta anche in tal modo rendendo più attraente sul mercato dell’impiego. “Attira persone che vogliono lavorare in modo più agile”.

Una questione anche generazionale

In tal ambito si pensa soprattutto ai giovani, che spesso devono aspettare molto a lungo per una promozione in aziende gestite gerarchicamente: il potenziale di frustrazione è di conseguenza elevato. “Con i 13 livelli di responsabilità, i gradini di sviluppo nella scala di carriera sono più bassi”, indica Fischer. A suo avviso il nuovo sistema “è molto in linea con il desiderio delle giovani generazioni di fare la differenza in azienda il prima possibile”.

Secondo Bruch però i dipendenti più anziani potrebbero essere spinti ad andarsene. “Per alcuni è ancora molto importante avere un titolo: come motivazione, ma anche come prova di aver raggiunto qualcosa”. Cosa ancora più importante, la riduzione dei titoli funziona solo se è autentica e se la cultura promuove effettivamente la cooperazione e una leadership meno gerarchica. “Se i cambiamenti sono solo superficiali, sono demotivanti per tutte le persone coinvolte”, sostiene la docente.

Anche AXA era consapevole di questo rischio e ha impiegato mesi per preparare il suo personale al cambiamento culturale. Stando all’impresa, il cambiamento è stato accolto positivamente: “Su 4’200 dipendenti, solo quattro non hanno ancora firmato il nuovo contratto di lavoro”, afferma Fischer.

Nuovo sistema retributivo

Insieme con l’abolizione dei titoli, AXA ha anche introdotto un nuovo sistema retributivo che promette una maggiore trasparenza, soprattutto per quanto riguarda i bonus. L’importo delle gratifiche è ora fissato nel contratto di lavoro: la componente variabile è identica per tutti i dipendenti allo stesso livello.

Se l’azienda va bene, sono la direzione generale e il consiglio di amministrazione – e non il diretto responsabile – a decidere quanto del bonus predeterminato viene effettivamente versato. “Questo crea maggiore trasparenza ed è meno arbitrario rispetto al vecchio sistema”, conclude Fischer.

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR