Navigation

Uccisa dall'ex della madre

Aveva 14 anni la ragazza assassinata dopo il sequestro vicino a Losanna; il rapitore si è suicidato

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 luglio 2014 - 20:41

La ragazza trovata cadavere poco prima di mezzogiorno di oggi (venerdì) nei pressi di Losanna è stata uccisa dall'ex compagno della madre. Si tratta effettivamente della 14enne di cui il patrigno aveva segnalato la scomparsa tramite Facebook. Il sequestratore, un 30enne cittadino svizzero residente a Ginevra, le ha sparato e ha in seguito rivolto l'arma contro sé stesso, suicidandosi. Lo ha confermato la polizia cantonale vodese.

Il rapimento era avvenuto attorno alle 11.00 a Belmont-sur-Lausanne. Stando a un testimone, l'adolescente era stata rinchiusa da un uomo mascherato nel bagagliaio di un'auto. La vettura, risultata poi a noleggio, è stata rinvenuta 50 minuti più tardi insieme ai corpi, in un bosco sopra Lutry. Per le operazioni di ricerca erano state mobilitate più di 40 pattuglie, oltre alle guardie di confine.

Un'inchiesta è stata aperta. Dovrà in particolare determinare il movente dell'omicidio. La famiglia della vittima riceve il sostegno psicologico di uno specialista.

pon

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.