Navigation

UBS ancora nei guai

L'accusa suona oramai come un mantra: aver aiutato dei clienti danarosi a eludere il fisco del loro paese. Nuova è la provenienza: il Belgio

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 giugno 2014 - 20:54

UBS è di nuovo nei guai, stavolta con la sua filiale belga. L'ipotesi di reato della procura di Bruxelles è di aver avvicinato clienti facoltosi per proporre di aprire un conto in Svizzera ed eludere così il fisco del Belgio. Di questo ha dovuto rispondere il responsabile della filiale, di cui nelle prossime ore potrebbe essere deciso l'arresto. Il servizio di cronaca e l'approfondimento sono del TG.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.