Navigation

UBS, accordo con la Procura di Bochum

L'utile netto della banca elvetica migliora del 15 per cento nel secondo trimestre dell'anno

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 luglio 2014 - 20:36

L'utile netto di UBS ha fatto registrare nel secondo trimestre dell'anno una progressione del 15%, a 792 milioni di franchi, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La principale banca elvetica ha inoltre trovato un accordo con la procura di Bochum, in Germania, per chiudere la vertenza giudiziaria riguardante diversi contribuenti tedeschi sospettati di aver evaso le imposte del loro paese. L'intesa prevede il pagamento di 300 milioni di euro da parte del gruppo bancario svizzero.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.