Navigation

Meno di 5 cm di neve? L'albergo costa la metà

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 dicembre 2018 - 15:13
Davide Paggi, RSI News

Per attrarre gli sciatori, le destinazioni turistiche e gli alberghi svizzeri rivaleggiano d'ingegno.

Contenuto esterno


Forza del franco, concorrenza delle stazioni all'estero, mutamenti del clima. Al turismo invernale in Svizzera non mancano di certo le sfide da affrontare. Per aumentare la sua attrattiva, il settore è chiamato a individuare percorsi innovativi. E in questo senso alcune soluzioni adottate nei Grigioni potrebbero anche fare proseliti a livello nazionale.

Puntano sull'assicurazione sulla neve alcuni hotel a Samnaun, in Bassa Engadina: se la neve non raggiunge i 5 centimetri, l’hotel costa la metà. La premessa è una: si deve prenotare dieci giorni prima e si deve pagare una tassa del 5%.

Per Michael Kauer, docente all’HTW di Coira questi sistemi sono innovativi ma non possono funzionare ovunque: "Samnaun si trova in alto e la neve è piuttosto sicura. Per destinazioni più in basso bisogna studiare altre soluzioni assicurative, come ad esempio qualcosa legato ai giorni di nebbia o alla probabilità di vedere animali selvatici".

A St. Moritz si è optato per dei prezzi dinamici degli abbonamenti giornalieri, sul modello adottato dalle compagnie aeree low-cost. Keystone

A St. Moritz, oltre ad ottenere le giornaliere a metà prezzo a partire da due notti , da questa stagione si applica un sistema di dynamic pricing. Il principio è simile a quello delle compagnie aeree, soprattutto low cost: prima si prenota più basso è il prezzo.

A Saas Fee ha avuto un enorme successo l’iniziativa per le stagionali a 222.- a patto se ne vendesse almeno un certo numero. "A Saas Fee bisogna considerare quanto hanno beneficiato di quest’azione gli altri attori turistici, ad esempio gli alberghi", afferma Kauer.

Nei Grigioni, dove in un ventennio si sono persi 2,4 milioni di pernottamenti, l’ultima stagione invernale è stata la migliore da dieci anni a questa parte per gli impianti di risalita svizzeri. Con nuove soluzioni si cerca insomma di prolungare il trend.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.