Navigation

Turismo in Svizzera: giugno a - 2.5% rispetto al 2013

I dati sul primo semestre annuale deludono le aspettative nate grazie ad un inverno positivo

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 agosto 2014 - 21:24

Sono cinesi i turisti che rappresentano la percentuale maggiore di chi ha optato per trascorrere le proprie vacanze in Svizzera. In calo, giapponesi, tedeschi e russi.

Nei primi 6 mesi del 2014 il numero di pernottamenti in Svizzera è stato di 17.1 Mio, con una flessione del -0.1% rispetto all'anno precedente. Un risultato che - dicono gli addetti ai lavori - è stabile, ma che disattende un auspicato buon risultato estivo (visti i buoni numeri registrati durante l'inverno).

Complice il mal tempo e una situazione meteorologica "che non invoglia", giugno 2014 ha decretato un calo del 2.5% rispetto al 2013.

Meteo sfavorevole, franco forte e prezzi alti sono stati i fattori che hanno giovato un ruolo decisivo nel registrare tali dati. La sfida per albergatori e ristoratori sarà quella di tentare di ideare nuove strategie in merito a quello che è sotto loro controllo in maniera più diretta: i prezzi, ancora poco concorrenziali rispetto all'estero.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.