Navigation

Tumori, la Jolie fa scuola in Svizzera

In netto aumento la richiesta di esami su eventuali predisposizioni genetiche alla malattia

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 luglio 2015 - 21:49

Nella Confederazione è in costante aumento il numero di donne che si rivolgono ai medici per sottoporsi a controlli preventivi allo scopo di scoprire eventuali predisposizioni genetiche allo sviluppo di forme tumorali. A differenza degli Stati Uniti, dove il caso di Angelina Jolie ha contribuito all'aumento pronunciato delle asportazioni preventive di seni e ovaie, in Svizzera e in generale in Europa, non si assiste, almeno per il momento, a un incremento degli interventi chirurgici. Ma la richiesta di accertamenti sanitari specifici è in netta crescita e gli ospedali si stanno attrezzando per far fronte alla domanda.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.