Navigation

Treni nel cinema e sotto il San Gottardo

Iniziativa del Consolato svizzero a Milano, in collaborazione con la Cineteca italiana, per celebrare l'apertura della galleria ferroviaria più lunga al mondo

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 maggio 2016 - 17:04

E' stata presentata presso Consolato Svizzero di Milano, l'iniziativa "Gottardo, un mito per il futuro", realizzata in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana. Una rassegna dedicata al tema dei treni nel cinema e una mostra-istallazione realizzate nel foyer di Piazza Oberdan a Milano. "Vedremo 15 titoli di grandi film che raccontano quanto il treno sia stato protagonista nella storia del cinema e in quella dell'uomo", dichiara Matteo Pavesi, direttore di Fondazione Cineteca Italiana.

"L'occasione dell'apertura del tunnel del San Gottardo", continua, "è speciale perché ci ha dato lo spunto per mettere a sistema grandi capolavori che raccontassero questo mezzo di locomozione che in questi film è spesso il protagonista". Ad intervenire durante la conferenza stampa, anche Félix Baumann, console generale di Svizzera a Milano, pronto per realizzare quella che da molti viene definita l'impresa del secolo. " Vogliamo completare la Galleria del Ceneri nel 2020 e dopo avremo un'asse di trasporto, di alta capacità: da Basilea fino al confine italiano", dichiara Baumann.

"Dal trasporto del traffico merci fino a quello dei viaggiatori". Il Console Svizzero interviene anche sulla delicata situazione della rete ferroviaria italiana: "La Svizzera", commenta, "è in contatto molto stretto con le autorità italiane per completare, nei tempi più brevi, l'opera a Sud, in modo tale che anche l'Italia possa usufruire di questo vantaggio verso i mercati dell'Europa Centrale e del Nord". (Marion Didier/alaNews)

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.