Navigation

Disoccupati over 50, "un problema che va affrontato"

È una realtà: chi perde il proprio impiego dopo i 50 anni ha molte più difficoltà a reinserirsi nel mercato del lavoro rispetto alle persone più giovani. La confederazione sindacale Travail.Suisse ha presentato mercoledì delle rivendicazioni per fare in modo che i lavoratori più anziani vengano sostenuti maggiormente. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 aprile 2017 - 13:59
tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 19.04.2017)
Contenuto esterno

Diventare disoccupato a più di 50 anni; la paura della marginalizzazione sociale e di una vecchiaia in povertà. Una tematica che sta diventando sempre più urgente poiché, con i babyboomers, la percentuale di lavoratori in questa fascia d’età sta crescendo.

Travail.Suisse, in vista della conferenza nazionale sui lavoratori anziani che si svolgerà il prossimo 25 aprile, ha presentato le sue rivendicazioni, auspicando che si agisca presto per arginare un problema sempre più sentito.

Gli ultracinquantenni non rappresentano la maggior parte dei disoccupati, ma fra i senza lavoro più anziani si registra la percentuale più alta di disoccupati di lunga durata (da più di un anno). In marzo si attestava al 26,8 %. Percentuale che scendeva al 14,1 % per chi ha fra i 25 e i 49 anni e al 2,3% per i più giovani.

Contenuto esterno

Investire negli anziani

Travail.Suisse ha lanciato un appello alle aziende elvetiche per incoraggiarle a investire nella formazione continua anche per i lavoratori più anziani, cosa che spesso esitano a fare.

Secondo la confederazione sindacale è necessario allestire bilanci delle competenze personalizzati e rendere obbligatorio l'annuncio dei posti vacanti. Le inserzioni di offerte di lavoro, inoltre, non dovrebbero ad esempio menzionare limiti di età.

Anche Berna è chiamata a fare la sua parte, sottoforma di crediti speciali per la qualifica delle persone prive di diploma e la riqualifica di chi ha una formazione non più richiesta dal mercato del lavoro.  

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.