Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Trasfusioni, "le restrizioni per i gay non sono giustificate"

La Croce Rossa Svizzera chiede la revoca delle limitazioni per i donatori di sangue fondate sull'orientamento sessuale

Gli omosessuali maschi devono poter donare il sangue, secondo quanto ha denunciato "Trasfusione Croce Rossa Svizzera", la società che su mandato della Confederazione garantisce le scorte negli ospedali. Per i responsabili dell'organizzazione l'esclusione totale di questa categoria di persone non è giustificata e restrizioni in questo campo sono ipotizzabili solo secondo precisi criteri oggettivi - quali il comportamento del donatore - e non in base all'orientamento sessuale.

Per questo motivo Trasfusione Croce Rossa Svizzera intende proibire le donazioni di sangue unicamente ai soggetti ritenuti a rischio, vale a dire le persone che si sono iniettate droghe per endovenosa o che hanno avuto rapporti intimi a pagamento nell'ultimo anno.

Intanto l'associazione gay Pink Cross ha espresso soddisfazione per la proposta, che dovrà comunque essere vagliata da Swissmedics, l'autorità federale di sorveglianza per gli agenti terapeutici.

×