Navigation

Trapianto di organi solo con esplicito consenso

Per il Consiglio nazionale, non si può considerare donatore chi non ha espresso le sue volontà; rimane la necessità di sensibilizzare la popolazione: più di mille persone aspettano un trapianto

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 marzo 2015 - 15:06

La carenza di donatori di organi al centro, giovedì, del dibattito al Consiglio nazionale. I parlamentari erano divisi sulla regola da seguire: lasciare che continuino a essere i pazienti, o i loro familiari, a specificare la volontà di donare gli organi oppure introdurre il consenso presunto, ovvero la donazione automatica a meno che non ci sia un rifiuto esplicito.

Tutti d'accordo, invece, sulla necessità di sensibilizzare maggiormente la popolazione.

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?