traffico ferroviario Galleria del Lötschberg, soluzione lontana

Il traffico ferroviario attraverso la galleria di base del Lötschberg, che collega sotto le Alpi i cantoni di Berna e Vallese, rischia di essere perturbato a lungo per le infiltrazioni che hanno portato lo scorso 6 febbraio alla chiusura del traforo per alcune ore.

Tecnici all interno del tunnel di base del Lötschberg

Tecnici all'interno del tunnel di base del Lötschberg dove sono emerse importanti infiltrazioni.

© Keystone / Peter Schneider


Dagli accertamenti effettuati sono risultati più seri del previsto i problemi di natura idrogeologica emersi una decina di giorni fa e uno dei due binari, ha fatto sapere la compagnia di trasporti Bls, sarà inagibile a tempo indeterminato.

La quantità di acqua, frammista a fango, presente nel tunnel inaugurato nel 2007 continua ad essere elevata e gli esperti sono ancora alla ricerca delle cause di questa situazione. Le infiltrazioni che hanno provocato la formazione di 30 centimetri di acqua melmosa tra Ferden e St. German (Vallese) sono per il momento circoscritte a uno dei due tronconi della galleria e la Bls ha adottato i correttivi per limitare i disagi alla circolazione ferroviaria. I treni Intercity Romanshorn-Briga transitano nel tunnel a velocità ridotta, accumulando ritardi dell'ordine di alcuni minuti.


Gli intercity Briga-Basilea vengono deviati sulla linea di montagna Kandesteg (Berna), con ritardi che arrivano a trenta minuti mentre i convogli che viaggiano nella direzione opposta procedono nella galleria di base in modo regolare.

I tecnici, precisa sempre la Bls, sono al lavoro per ridurre i tempi di intervento ma se la risoluzione del problema dovesse tardare sono ipotizzabili inconvenienti, soprattutto nel traffico merci nord-sud attraverso le Alpi svizzere.

Il servizio del TG della RSI.



Parole chiave