Navigation

Ticinesi e svizzeri sempre più armati

tvsvizzera

E' cresciuto rapidamente il numero dei permessi d'acquisto di armi da fuoco

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 luglio 2016 - 20:15

Gli svizzeri sono sempre più armati e il Ticino non fa eccezione. Mentre in Europa si discute in merito ad un'eventuale stretta sul commercio delle armi da fuoco, nel 2015 il numero dei permessi d'acquisto rilasciati dalla polizia cantonale è aumentato di oltre il 12% rispetto all'anno precedente.

E del resto la crescita delle richieste per detenere un'arma in modo legale si conferma anche nei primi sette mesi del 2016, tenendo conto che sono già circa ottocento i permessi rilasciati, come conferma ai microfoni della RSI il tenente Elia Arrigoni, a capo della Sezione Polizia amministrativa, che integra il Servizio armi, esplosivi e sicurezza privata della polizia cantonale.

Voci raccolte tra gli armaioli confermano che la tendenza è in atto da qualche tempo ma non tutti tracciano un legame diretto con la sensazione d'insicurezza derivante dalle vicende di cronaca che hanno caratterizzato questi ultimi mesi.

RSI/NEWSLink esterno/CSI/EnCa

Cresce drasticamente la diffusione delle armi da fuoco in Ticino Ti-Press

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.