Navigation

Terrorismo, controlli intensificati alle frontiere

La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga scioccata e inorridita per i fatti di Parigi

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 novembre 2015 - 21:56

L'Ufficio federale di polizia ha annunciato di aver rafforzato i controlli alla frontiera, in particolare con la Francia, in seguito ai fatti di Parigi. Sono state inoltre incrementate le collaborazioni tra le forze di sicurezza e le stazioni ferroviarie sono presidiate dagli agenti. Per il momento però, ha assicurato la responsabile Nicoletta Della Valle, non c'è alcun indizio che faccia ritenere possibili dei collegamenti tra gli attentati in Francia e il nostro paese. La valutazione del rischio per la Svizzera resta immutata anche se negli ultimi mesi era stato ravvisato un livello di minacce più elevato. Da parte sua la presidente della Confederazione si è detta scioccata e inorridita per gli attacchi terroristici a Parigi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.