Navigation

Tempi duri per la banche private

Futuro a tinte fosche dunque per gli istituti privati svizzeri, perché anche in questo settore la maggior voce di costo è rappresentata dal personale

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 gennaio 2015 - 20:20

Sono tempi non facili per le banche private svizzere. Il segreto bancario si sta sgretolando con conseguente aumento della concorrenza. Le norme che regolano il settore sono sempre più severe. E a questo si aggiunge ora l'abolizione del tasso minimo di cambio tra euro e franco. Nel loro annuale incontro con la stampa, i banchieri privati hanno rivelato che il loro numero è in costante calo: dei 182 istituti attivi dieci anni fa, ne rimarranno presto solo un centinaio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.