Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Svizzera, un terzo dei lavoratori è straniero



Gli uffici di collocamento tornano ad affollarsi

Gli uffici di collocamento tornano ad affollarsi

(tvsvizzera)

La popolazione attiva è in crescita unicamente grazie all'importazione della mano d'opera

Il numero dei lavoratori è aumentato nel quarto trimestre del 2015, un incremento (+0,3% facendo il confronto con l'analogo periodo precedente, +0,5% su base annua) totalmente dovuto agli stranieri, ma nel contempo è cresciuta, e nettamente, anche la disoccupazione, in controdendenza rispetto all'evoluzione nell'Unione Europea. Come s'osserva nella nota pubblicata giovedì dall'Ufficio federale di statistica, nella proporzione di senza impiego, ovvero il 4,7% (lo 0,6% in più) la Confederazione fa peggio non più solo della Germania, ma pure della Cechia.

Più nel dettaglio e paragonando il dato a quello dell'anno prima, gli svizzeri attivi sono diminuiti dello 0,2%, scendendo a 3,470 milioni, mentre 1,535 milioni erano le persone occupate con diverso passaporto, altrimenti detto il 2,3% in più.

Concentrando l'attenzione sui frontalieri, si constata che la progressione è leggermente inferiore a quella del terzo trimestre (+4,0), ma superiore a quella rilevata nel primo e nel secondo. Le cifre cantonali saranno disponibili in un secondo tempo.

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×