Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Svizzera, sportivi d'élite a proprie spese

Swiss Olympic: il 40% degli atleti di punta guadagna 14 mila franchi l'anno, "così non si può vivere né fare sport di prestazione"

Per uno sportivo, vincere una medaglia olimpica è un'enorme gratificazione. Ma per buona parte degli atleti svizzeri, una volta a casa, riprende il lavoro quotidiano.

Con specialità come il tiro (bronzo per Heidi Diethelm Gerber pistola 25 m) o il canottaggio (medaglia d'oro nei 4 senza pesi leggeri per Mario Gyr, Simon Niepmann, Lucas Tramèr e Simon Schürch) non si guadagnano molti soldi.

Anzi: puntare sullo sport, finanziariamente è spesso un rischio.

Deve ancora finire di disfare le valigie, Heidi Diethelm Gerber, dopo le gioie di Rio. Due anni fa aveva puntato tutto sulle Olimpiadi: la tiratrice aveva anche lasciato il lavoro e aveva investito i suoi risparmi nella preparazione per i giochi.

"A poco a poco ho esaurito le risorse finanziarie", spiega. "E ho dedicato molto tempo agli allenamenti, ma ne è valsa la pena."

Con il marito, abita a casa di sua madre. Questo permette di ridurre le spese. Dalla sua federazione, dal Cantone, dall'Aiuto allo sport riceve fra i 50 e i 75mila franchi. Soldi che servono per gli allenamenti, le gare, il team, del quale fa parte anche il marito.

Anche i vincitori dell'oro nel canottaggio per lungo tempo non hanno guadagnato praticamente nulla con questo sport, prima che arrivassero i grossi successi negli ultimi due, tre anni.

Salvo poche eccezioni, la maggior parte degli sportivi di punta fa fatica a tirare avanti, critica Swiss Olympic: "Uno studio dice che il 40% degli sportivi di punta in Svizzera guadagna 14 mila franchi all'anno. Così non si può vivere e neanche fare sport di prestazione."

Ci vuole allora più denaro pubblico per lo sport di punta? Il parlamento ne discuterà nei prossimi mesi. Il Consiglio federale sottolinea però che la Confederazione deve risparmiare e che fa già molto, sostenendo tra l'altro i centri sportivi di Tenero e Macolin.

Heidi Diethelm Gerber, da parte sua, non sa quanto a lungo potrà ancora fare sport di punta senza avere un altro lavoro. Si vedrà nei prossimi due o tre anni, dice.

×