Navigation

Svizzera, sicurezza contro attacchi di cyberterrorismo

Gli esperti dichiarano: "per ciò che riguarda le centrali nucleari, il livello di protezione è molto alto"

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 maggio 2016 - 20:53

Un mondo sempre più digitale, sempre più interconnesso è un mondo sempre più vulnerabile e esposto agli attacchi di hacker. E le centrali nucleari sono considerate tra gli elementi sensibili nel mondo del cyberterrorismo. Ma non solo questi sono obiettivi sensibli, dato che anche infrastrutture militari o mezzi di trasporto, ad esempio, potrebbero essere potenziali bersagli di attacchi digitali.

Se da una parte questa è un'ipotesi presa in seria considerazione in alcuni paesi, per quanto riguarda la Svizzera, questa possibilità pare poco probabile se non addirittura impossibile, a sentire gli esperti del settore.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.