La televisione svizzera per l’Italia

Supermercati, confermato il taglio di 150 impieghi alla Migros

Clienti in un negozio Migros.
Cura dimagrante per il più grande dettagliante elvetico. KEYSTONE

La crisi nel settore del commercio all'origine dell'ampia ristrutturazione decisa dal principale gruppo attivo nella grande distribuzione in Svizzera.

Il personale della nuova divisione Migros Supermercati è stato informato martedì, in diretta streaming, sulla nuova organizzazioneCollegamento esterno che entrerà in vigore dal primo luglio e che comporterà la soppressione di 150 posti di lavoro. Ma ulteriori tagli non sono affatto esclusi nelle fasi successive della ristrutturazione dei processi in corso.

Le collaboratrici e i collaboratori toccati dalla soppressione di impieghi “beneficeranno di prestazioni individuali in funzione della loro anzianità di servizio e della loro età. Saranno inoltre aiutati nella ricerca di una nuova occupazione all’interno e all’esterno della Migros dall’ufficio delle risorse umane e da partner esterni specializzati”, ha sottolineato il grande distributore in una nota.

Altri sviluppi
Una scultura in legno di Gottlieb Duttweiler esposta su una piazza e circondata di persone che la osservano

Altri sviluppi

“Dutti”, l’imprenditore che regalò il suo impero

Questo contenuto è stato pubblicato al Il 15 marzo del 1948 aprì in Svizzera il primo supermercato. Opera di un uomo che dopo aver creato un’azienda milionaria la regalò ai consumatori.

Di più “Dutti”, l’imprenditore che regalò il suo impero

Supporto alle persone toccate

L’obiettivo, ha indicato da Zurigo la Federazione delle Cooperative Migros (FCM), è ottenere processi semplificati, strutture snelle e ruoli chiari. “Desideriamo diventare più semplici e veloci e abbiamo orientato la nuova organizzazione in questa direzione”, ha affermato il ceo Peter Diethelm.

La compressione dell’organico riguarderà la sede zurighese di Limmatplatz e si tradurrà anche in licenziamenti. “Sono ben consapevole del fatto che un licenziamento sia spiacevole e doloroso per il personale coinvolto, tra cui si trovano purtroppo anche molti colleghi stimati e di lunga data”, osserva a questo proposito Diethelm. “Per me è importante fornire a tutto l’organico interessato un supporto completo e competente per il riorientamento professionale”.

Un’ampia ristrutturazione

Oltre al piano sociale, la FCM ha fornito anche indicazioni riguardo alla vendita prevista di Melectronics, la divisione elettronica, che porterà con sé anche cambiamenti in circa 50 dei maggiori supermercati del gruppo. In queste sedi le superfici di vendita integrate di Melectronics saranno ridotte a un assortimento di base di prodotti elettronici.

La nuova strategia, volta a concentrarsi sulle proprie attività di base, comporta anche l’interruzione del servizio di consegne di cibo FoodNow a partire dalla fine di maggio (l’offerta era stata lanciata nel 2020). Nonostante i circa 600 ristoranti aderenti, la notevole crescita delle ordinazioni e l’espansione dell’area di consegna, ha spiegato Migros, non è stato purtroppo possibile raggiungere gli obiettivi aziendali.

In febbraio Migros aveva già annunciato l’intenzione di sbarazzarsi di una parte delle sue filiali e di cercare acquirenti in particolare per l’agenzia di viaggi Hotelplan, per il marchio di cosmetica Mibelle, per SportX e Melectronics. La loro cessione dovrebbe portare alla perdita di altri 1’500 impieghi.

Attualità

vigile del fuoco davanti a una palazzina

Altri sviluppi

Fuochi di artificio all’origine dell’esplosione nel Canton Argovia

Questo contenuto è stato pubblicato al L'esplosione che ha devastato un parcheggio sotterraneo e parte di una palazzina a Nussbaumen è dovuta alla manipolazione e allo stoccaggio non corretti di grandi quantità di materiale pirotecnico importato illegalmente in Svizzera.

Di più Fuochi di artificio all’origine dell’esplosione nel Canton Argovia
schede elettorali

Altri sviluppi

Elezioni federali 2023: immigrazione e potere d’acquisto sono stati i temi più popolari

Questo contenuto è stato pubblicato al In occasione delle ultime elezioni svizzere, le preoccupazioni dell'elettorato riguardavano soprattutto l'asilo, l'immigrazione e il potere d'acquisto. Ad approfittarne sono stati soprattutto l'Unione democratica di centro e il Partito socialista.

Di più Elezioni federali 2023: immigrazione e potere d’acquisto sono stati i temi più popolari
uomo

Altri sviluppi

In Svizzera la scuola inclusiva “ha fallito”

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente del PLR Thierry Burkart ha chiesto l'abolizione della scuola inclusiva. "Ha fallito", ha dichiarato in un'intervista pubblicata oggi dalle testate del gruppo Tamedia.

Di più In Svizzera la scuola inclusiva “ha fallito”
Medico e paziente

Altri sviluppi

Un nuovo sistema tariffale in ambito sanitario

Questo contenuto è stato pubblicato al Considerate ormai obsolete, le tariffe per le cure ambulatoriali in vigore dal 2004 (TARMED) saranno sostituite nel 2026 dalla nuova struttura tariffale per singola prestazione TARDOC e da una struttura tariffale con importi forfettari.

Di più Un nuovo sistema tariffale in ambito sanitario
Rösti nel corso della conferenza stampa del Governo.

Altri sviluppi

“Il canone va ridotto ma non a 200 franchi”

Questo contenuto è stato pubblicato al Come compromesso all'iniziativa popolare che chiede un abbassamento della quota da destinare al servizio pubblico radiotelevisivo svizzero, il Consiglio federale propone di scendere a 300 franchi.

Di più “Il canone va ridotto ma non a 200 franchi”
Combattenti di Hezbollah.

Altri sviluppi

Israele potrebbe allargare il conflitto al Libano

Questo contenuto è stato pubblicato al Cresce il timore di uno scontro totale imminente tra Israele e gli Hezbollah libanesi, con conseguenze difficili da prevedere.

Di più Israele potrebbe allargare il conflitto al Libano
L'entrata di una filiale della banca UBS in Ticino.

Altri sviluppi

L’acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS non indebolisce la concorrenza

Questo contenuto è stato pubblicato al La concorrenza in ambito bancario in Svizzera non è stata minacciata dall'acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS. È quanto comunica l'Autorità di vigilanza sui mercati finanziari al termine della sua procedura di controllo.

Di più L’acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS non indebolisce la concorrenza

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR