Storia 50 anni fa - L'incendio alla stazione di Lucerna

Facciata di imponente edificio pubblico circondata da pompieri e altre persone; si vede il fumo levarsi dal tetto

Accadde un venerdì, come oggi.

Keystone / Str

Sono giorni di ricorrenze a Lucerna. Cinquant'anni fa, un incendio distrusse la stazione ferroviaria ed esattamente vent'anni più tardi fu inaugurato il nuovo edificio, quello attuale. Tra un ventennio, peraltro, è previsto che un passante sotterraneo si aggiunga alla struttura esistente.

Erano le 8 e 18 del 5 febbraio 1971. Dato l'allarme, le Ferrovie federali spostarono rapidamente i treni fuori dalla stazione. L'orologio sopra l'entrata principale si fermò alle 9 e 03 e appena tre minuti dopo la cupola crollò sotto lo sguardo di centinaia di curiosi.

A innescare l'incendio furono probabilmente dei lavori di saldatura. I pompieri non riuscirono a salvare l'edificio, costruito nel 1896, che fu quasi interamente distrutto. La struttura provvisoria approntata per coprire il periodo di progettazione e ricostruzione era priva di installazioni igieniche e altri servizi a quel tempo offerti ai viaggiatori, come il buffet.

Sulla sinistra, la vecchia entrata; a destra (muovere la visuale col mouse) l'attuale stazione.

L'attuale stazione, la cui hall fu progettata dal celebre architetto Santiago Calatrava, fu simbolicamente inaugurata il 5 febbraio del 1991 alle 9 e 03 precise. Per ricordare quella vecchia, sulla piazza antistante è stata conservata la vecchia entrata, a mo' di arco.

A trent'anni di distanza, la capacità della stazione è diventata insufficiente poiché lo scalo dispone, per la rete a scartamento ordinario, di un unico accesso a doppio binario, completamente saturo durante le ore di punta. A risolvere la situazione sarà verosimilmente un passante sotterraneo. Dal costo di un miliardo di franchi, dovrebbe essere operativo nel 2040.

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.

tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 05.02.2021)

Parole chiave