Navigation

Lichtsteiner, dai campi di calcio agli orologi

Stephan Lichtsteiner alle prese con un orologio in costruzione. Keystone / Ennio Leanza

L'ex capitano della nazionale rossocrociata ha intrapreso una nuova e per certi versi curiosa strada.

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 marzo 2021 - 22:25
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 15.3.2021)

Dopo aver militato per anni in Italia nella Lazio e nella Juventus, dove ha vinto sette campionati consecutivi - è lo straniero che può vantare il numero maggiore di scudetti conquistati - Stephan Lichtsteiner ha deciso di entrare nel magico mondo degli orologi, di cui ha sempre avuto una grande passione.

Non tanto per l'oggetto in sé ma per la meccanica e la tecnologia che vi ruotano attorno.

L'ex laterale sta seguendo uno stage di sei mesi presso un laboratorio dove si confezionano questi manufatti pregiati. Un nuovo percorso sicuramente che però ha dei tratti comuni con la sua passata esperienza.

Il calcio italiano, osserva l'ex campione elvetico - dove prevale la tattica e i giocatori sono inseriti in un preciso e oliato meccanismo in cui tutte le pedine devono funzionare alla perfezione - può benissimo essere paragonato a un orologio.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.