Navigation

Sono 24 gli svizzeri nell'Isis

Uno studio dell'Alta scuola di Zurigo per le scienze applicate traccia i motivi del jihadismo in Svizzera e propone alcune soluzioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 settembre 2015 - 12:45

Lunedì il Consiglio federale aveva confermato che delle 69 persone partite dalla Svizzera per combattere all'estero, 24 hanno il passaporto svizzero. La maggior parte di loro è partita a combattere per motivi religiosi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.