La televisione svizzera per l’Italia

Sequestratore ucciso nel Canton Vaud, la famiglia sporge denuncia

Poliziotti intorno al treno regionale sequestrato vicino a Yverdon.
Denuncia dei familiari del richiedente asilo ucciso dagli agenti vicino a Yverdon. KEYSTONE/© KEYSTONE / LAURENT GILLIERON

I congiunti del profugo che ha preso in ostaggio i passeggeri e le passeggere di un treno regionale vicino a Yverdon hanno intentato un'azione legale.

La morte del richiedente asilo avvenuta lo scorso 8 febbraio in seguito all’intervento delle forze dell’ordine è destinata ad avere un seguito penale. La famiglia della vittima, secondo quanto ha riferito la radiotelevisione pubblica RTS, ha depositato una denuncia alla giustizia cantonale.

Contenuto esterno

Il procuratore generale vodese Eric Kaltenrieder ha confermato in proposito che “la famiglia ha sporto denuncia il 15 febbraio, acquisendo lo status di parte civile nel procedimento”.

“Non meritava di essere ucciso”

Alla trasmissione Forum della RTS il fratello del sequestratore, raggiunto in Iran per telefono, ha detto che “non condividiamo le sue azioni ma non meritava di essere ucciso, è un’ingiustizia”. “Speriamo – ha aggiunto – che lo Stato svizzero, e la polizia che l’ha ucciso e che non avrebbe dovuto, ci riconsegnino almeno la salma”.

Una confidente dell’uomo, un curdo di 32 anni, ha poi spiegato all’emittente francofona di averlo chiamato durante il sequestro del treno per convincerlo a mettere fine alla presa d’ostaggi. “L’ho supplicato diverse volte di smetterla. Mi ha risposto ‘sorella, è la fine della mia vita'”.

Il blitz della polizia

Il sequestro era durata circa quattro ore ed è terminato con l’assalto delle forze dell’ordine alla stazione di Essert-sous-Champvent dove il sequestratore, armato di un’ascia e di un coltello, aveva fatto fermare il convoglio con le porte bloccate.

L’assalto della polizia è avvenuto in un momento in cui l’uomo si era allontanato dagli ostaggi. Prima del blitz sono stati usati esplosivi a scopo diversivo. Quando il profugo – brandendo l’ascia – si è mosso in direzione della squadra di intervento, è stato abbattuto da un agente.

Attualità

L'attrice Mikey Madison in una scena del film "Anora"

Altri sviluppi

A Cannes, “Anora” di Sean Baker vince la Palma d’oro

Questo contenuto è stato pubblicato al Al 77esimo Festival del film, il premio della giuria è andato a "Emilia Perez" di Jacques Audiard, mentre il premio speciale se lo è aggiudicato "Il seme del fico sacro", del regista dissidente Mohammad Rasoulof.

Di più A Cannes, “Anora” di Sean Baker vince la Palma d’oro
Kharkiv

Altri sviluppi

Nuovo pesante attacco russo su Kharkiv

Questo contenuto è stato pubblicato al L’esercito di Mosca colpisce, con due bombe plananti, un centro commerciale della seconda città ucraina. I morti potrebbero essere decine.

Di più Nuovo pesante attacco russo su Kharkiv
Sono circa 500 le persone che hanno partecipato in maniera pacifica.

Altri sviluppi

Un caso di cronaca scatena proteste contro la polizia e il Governo a Sciaffusa

Questo contenuto è stato pubblicato al La manifestazione si è svolta in risposta ad un servizio tv sulla vicenda di una donna violentata e picchiata nell'appartamento di un avvocato. Un caso per il quale le autorità non avrebbero agito come avrebbero dovuto.

Di più Un caso di cronaca scatena proteste contro la polizia e il Governo a Sciaffusa
Trump nel Bronx

Altri sviluppi

Trump nel Bronx per trovare sostenitori

Questo contenuto è stato pubblicato al Nel distretto newyorchese, abitato soprattutto da ispanici e afroamericani, l'ex presidente ha trovato diversi sostenitori.

Di più Trump nel Bronx per trovare sostenitori

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR