Navigation

Scuole private in Svizzera "troppo" internazionali

Il rischio - dicono alcuni - è quello di non avere alcun legame con la realtà culturale in cui si vive

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 marzo 2015 - 21:08

A Wollerau, nel canton Svitto (nella Svizzera centrale) sempre più ragazzi frequentano scuole private di tipo internazionale. Una scelta che non facilita però l'integrazione nella realtà locale. Un problema che conosce anche il Canton Zurigo che, da quest'anno, cerca di correre ai "ripari" vietando alle scuole internazionali di accettare allievi indigeni o residenti da oltre 5 anni in Svizzera.

Un fenomeno fortemente legato alla politica fiscale di queste zone che risulta un'interessante attrattiva per persone facoltose con le relative famiglie.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.