Navigation

Scorte esaurite di un vaccino per bimbi

Preoccupazione delle autorità federali per la penuria di un farmaco per la prevenzione di sei patologie, tra cui difterite, tetano e epatite B

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 giugno 2016 - 21:45

Sta serpeggiando una certa preoccupazione in Svizzera per la penuria, totale e prolungata, di un vaccino combinato destinato ai bambini dai due mesi ai quattro anni.

Il produttore del farmaco che previene l'insorgenza di sei patologie (difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B e influenza da Haemophilus di tipo B), la GlaxoSmithKline, ha fatto sapere di avere riscontrato problemi in una sua fabbrica in Belgio che ne stanno impedendo un'adeguata distribuzione, mettendo così a rischio la strategia sanitaria preventiva della Confederazione.

Secondo la commissione federale per le vaccinazioni si potrebbe ricorrere a un preparato alternativo prodotto in Francia ma per il quale non è stata rilasciata la relativa autorizzazione da parte dell'ente di controllo e omologazione Swissmedic. Questo vaccino può quindi essere eventualmente somministrato, sotto esclusiva responsabilità del medico curante, ma non è in ogni caso rimborsabile dal sistema sanitario.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.