Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Scettici analisti e investitori Utile di 4,9 miliardi per UBS nel 2018

Primo piano di Sergio Ermotti; dietro di lui si intravvede solo il marchio UBS su uno schermo

La massa patrimoniale gestita da UBS, a fine 2018, ammontava a 3101 miliardi di dollari.

(© KEYSTONE / WALTER BIERI)

Il gruppo bancario UBS ha realizzato nel 2018 un utile netto di 4,9 miliardi di dollari. Il risultato del quarto trimestre, che si è chiuso con profitti per 696 milioni, è tuttavia inferiore alle attese degli analisti, ciò che ha influito negativamente sul titolo in Borsa. 

Un dividendo maggiore (+8% a 0,70 franchi) e il riacquisto di azioni per un miliardo non hanno mitigato la delusione degli investitori.

Il deflusso di clienti e fondi

L'incertezza sui mercati finanziari ha lasciato strascichi profondi sull'Investment banking (banca d'affari). Gli analisti che seguono UBS si sono detti preoccupati per l'evoluzione dell'IB, che nel quarto trimestre ha chiuso i conti con un passivo di 46 milioni.

L'unità di gestione patrimoniale (Global Wealth Management), in termini di utile annuale ante imposta, si è mantenuta stabile a 793 milioni. Negli ultimi tre mesi dell'anno la banca ha però perso clienti e quasi 8 miliardi di massa patrimoniale amministrata.

Quest'ultima, a fine dicembre, ammontava a 3101 miliardi di dollari, in contrazione del 7% rispetto all'ultimo trimestre dell'esercizio 2017.

La soddisfazione di Ermotti

Nel comunicatoLink esterno diffuso martedì, per la prima volta il gruppo bancario ha presentato le cifra in dollari e non più in franchi. Il presidente della direzione Sergio Ermotti vi descrive il 2018 come "un anno estremamente di successo, in un quadro difficile".

(1)

Servizio del TG sui bilanci d'esercizio 2018 del gruppo bancario UBS

I paragoni con l'esercizio precedente risultano difficili, poiché i bilanci erano stati caratterizzati da una rettifica di valore dovuta a una riforma fiscale negli Stati Uniti.

La riduzione dell'aliquota fiscale per le società, varata dall'amministrazione Trump, aveva comportato nel 2017 una svalutazione di quasi 3 miliardi sugli attivi differiti d'imposta e condizionato negativamente i conti. Il terzo trimestre si era chiuso in rosso (-2,4 mia).

tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 22.01.2019)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box