Navigation

Arrestato l'ex premier malese Najib Razak

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 settembre 2018 - 20:58
tvsvizzera.it/mar/ats con RSI (TG del 19.09.2018)

L'ex primo ministro della Malaysia è stato arrestato mercoledì nell'ambito dell'inchiesta sullo scandalo legato al fondo sovrano 1MDB. Uno scandalo che ha toccato da vicino anche la piazza finanziaria elvetica, poiché aveva causato il tracollo della Banca della Svizzera italiana.

Contenuto esterno


Najib Razak, sconfitto alle elezioni dello scorso maggio, è accusato di aver trasferito su un suo conto personale oltre 600 milioni di dollari provenienti dal fondo 1MDB.

Stando a quanto annunciato dalle autorità, i raid della polizia in case di sue proprietà hanno portato al sequestro di oggetti di lusso appartenenti a lui e alla moglie per un valore di oltre 270 milioni di dollari.

Alla coppia è stato vietato già mesi fa di lasciare il Paese, per il timore che sfuggissero alla giustizia.

Najib Razak contesta le accuse, affermando che il nuovo governo di Mahathir Mohamad (di cui vent'anni fa era il "delfino") vuole portare avanti una vendetta politica, e si difende sostenendo che quei soldi sul suo conto personale provenivano da un donatore saudita.

La vicenda 1MDB è stata oggetto di indagini in diversi paesi, in particolare a Singapore, in Svizzera e negli Stati Uniti.

Nella Confederazione, il tracollo della Banca della Svizzera italiana (BSI) è legato proprio a questo scandalo. L'istituto è infatti stato utilizzato dagli organizzatori della gigantesca truffa per le loro alchimie finanziarie.

Ritenuta colpevole di aver "violato gravemente le disposizioni in materia di riciclaggio di denaro e il requisito dell’irreprensibilità", la banca si è vista revocare la licenza nel 2016 dall'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziariLink esterno (Finma).


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.