Navigation

Scambio di informazioni fiscali, Berna promossa

Giudizio positivo del Forum mondiale sulla trasparenza dell'OCSE ma restano punti critici

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 luglio 2016 - 20:52

La Svizzera rispetta "in modo ampiamente conforme" le norme internazionali nell'ambito dello scambio di informazioni fiscali su richiesta. La valutazione positiva, giunta dopo decenni di critiche provenienti da più parti, giunge dal Forum mondiale sulla trasparenza e lo scambio di informazioni, consesso affiliato all'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE).

Il giudizio espresso dal Forum è stato accolto con compiacimento dal responsabile del Dipartimento federale delle finanze Ueli Maurer, secondo cui la Svizzera non ha altra scelta, se non quella di rispettare gli standard internazionali in materia fiscale per non incorrere in sanzioni.

Resta però un punto critico: l'OCSE vuole che Berna dia seguito alle richieste di assistenza amministrativa provenienti dall'estero anche sulla base di dati fiscali rubati ma in Parlamento c'è un'ampia maggioranza (UDC, PLR e PPD) che è fermamente contraria alla proposta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.