Sanità Incontro con l'ideatore dell'idrogel disinfettante

Quasi tutti ne hanno un flacone in tasca o a casa. In questo periodo di epidemia, la richiesta di idrogel disinfettante è elevatissima. Si tratta di un'invenzione relativamente recente dell'epidemiologo ginevrino Didier Pittet.

Didier Pittet

Didier Pittet non ha monetizzato la sua idea che ogni anno salva 8 milioni di vite, secondo l'Oms.

Keystone / Salvatore Di Nolfi

Il 63enne ha ricevuto uno delle più alte onorificenze britanniche quando è stato insignito del titolo di Cavaliere dalla regina Elisabetta nel 2007, mentre nel 2017 ha ricevuto il premio Robert Koch, uno dei più prestigiosi riconoscimenti scientifici della Germania. Questo per l'invenzione del gel disinfettante idroalcolico.

Nel 1994, come medico all'Ospedale universitario di Ginevra, Pittet constatò una carenza di igiene da parte dello staff. Se gli infermieri si fossero lavati le mani mani per uno o due minuti dopo il contatto con ogni singolo paziente come raccomandato, il personale sanitario avrebbe altrimenti buona parte del tempo di lavoro davanti a un lavandino.

Le proprietà disinfettanti dell'alcol erano conosciute ma ci voleva qualcosa di più pratico. Pittet creò dunque un idrogel alcolico con l'aiuto del farmacista William Griffiths e lo distribuì al personale. Le infezioni calarono del 50%.

8 milioni di vite salvate ogni anno

Pittet pubblicò i risultati sulla rivista Lancet nel 2000. Molti Paesi e l'Organizzazione mondiale della sanità seguirono l'esempio e diffusero la ricetta. Ora, la rapida disinfezione delle mani con un gel idroalcolico è procedura standard in tutto il mondo. Secondo i calcoli dell'Oms, questo salva ogni anno 8 milioni di persone.

Pittet non ha monetizzato la sua idea, come ha confidato al quotidiano "Le Temps": "L'igiene delle mani è troppo semplice e troppo importante per essere brevettata", ha detto. L'epidemiologo ha dunque collaborato con l'Oms per far sì che il disinfettante potesse essere prodotto in ogni angolo del globo a basso costo, con alcol proveniente da canna da zucchero, patate o altre piante.

Incontriamo Dider Pittet nel prossimo servizio: 


Parole chiave