Navigation

San Gallo: la 13enne può indossare il velo

Smentendo la posizione delle autorità scolastiche, il tribunale amministrativo di San Gallo, ha deciso di concedere alla ragazza bosniaca di indossarlo.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 novembre 2014 - 22:04

Esce vittoriosa la famiglia bosniaca dal processo che l'ha vista difendere la propria libertà di religione.

Il Tribunale amministrativo del canton San Gallo, con un verdetto emesso mercoledì, ha infatti concesso a un'allieva di Sankt Margrethen d'indossare il velo islamico in classe (il velo è il copricapo che lascia scoperto il viso).

Solo la messa in pericolo della pace religiosa potrebbe giustificare un divieto, hanno sentenziato i giudici, a detta dei quali, fino a quando si tratta di casi isolati, il problema non sussiste.

Il ricorso della famiglia della 13enne, che si era opposta a una decisione presa dal Dipartimento dell'educazione, è quindi stato accolto. La palla potrebbe ora passare al Tribunale federale.

ATS/MM

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.